/it/sysglobalassets/global-assets/capabilities/emerging20markets20wthie.svg

Mercati emergenti

Partecipiamo con convinzione al potenziale dei Paesi emergenti

Elevati ritmi di crescita

L'importanza dei mercati emergenti per l'economia globale è aumentata nel tempo in modo significativo, soprattutto grazie alla Cina. Nel 1980 le economie emergenti rappresentavano circa il 20% del PIL mondiale. Oggi la percentuale si attesta al 40%1.

Nel frattempo, i mercati dei capitali di questi Paesi hanno raggiunto un certo grado di sviluppo, ma in termini di investimenti restano sottorappresentati.

Gli emergenti costituiscono rispettivamente circa il 23%2 e il 18%3 dei mercati negoziabili azionari4 e obbligazionari5, ma solo il 13% e il 6% dei più comuni indici di riferimento. Questa anomalia non può essere ignorata.

I mercati emergenti stanno cambiando

Le economie emergenti continueranno a crescere più rapidamente di quelle avanzate. L'industrializzazione, l'urbanizzazione e la diffusione del benessere presso il ceto medio porteranno a una maggiore liberalizzazione e liquidità dei mercati dei capitali, così da meglio riflettere l'importanza a livello economico del mondo emergente. 

L'aumento della ricchezza delle famiglie contribuirà ad accrescere la richiesta di azioni e obbligazioni di questi Paesi, sviluppando ulteriormente l'industria del risparmio. 

Image

L'importanza dell'approccio attivo

I mercati emergenti presentano a nostro avviso diverse inefficienze e sono meno studiati dagli analisti. 

Le aziende a controllo statale hanno ancora un peso significativo negli indici azionari. La performance di queste società è molto sensibile alle politiche di governo e può esserne notevolmente influenzata in caso di improvvisi cambiamenti. Un approccio attivo, basato su un diretto presidio locale, consente di gestire al meglio eventi di questo tipo.

Analogamente, le valutazioni qualitative e la profonda conoscenza del contesto sono indispensabili per individuare le tematiche ambientali, sociali e di governance (ESG) che possono determinare differenziali di performance.

Per quanto riguarda il debito emergente, non solo gli ETF tendono a sottoperformare i benchmark, ma gli indici più utilizzati sono molto concentrati ed escludono un'ampia fetta di opportunità. La gestione attiva offre accesso all'intera gamma di obbligazioni emergenti. 

Perché investire con Schroders?

Possiamo contare su circa 120 professionisti specializzati nei diversi asset dei mercati emergenti, dislocati in 13 sedi in tutto il mondo*. I nostri team hanno sviluppato ciascuno il proprio processo di investimento, libero da approcci standard definiti a livello centrale. Questo porta gli specialisti a confrontarsi attivamente e criticamente sulle diverse idee, così da generare un dibattito positivo. Grazie al forte radicamento in molti dei mercati emergenti, incluse business unit locali, partnership e joint venture, godiamo di un ottimo posizionamento per ottenere i risultati richiesti dagli investitori.

Un mondo di soluzioni

Non ci limitiamo a un unico settore. Le nostre competenze abbracciano diverse aree: azioni, obbligazioni, multi-asset, investimenti quantitativi e private asset. Vantiamo una delle più ampie gamme di strategie per consentire ai tuoi clienti di partecipare al potenziale di crescita delle aree emergenti.

Quali sono i rischi?

Le performance passate non sono indicative delle performance future e potrebbero non ripetersi.

Il valore e il reddito degli investimenti possono aumentare o diminuire e gli investitori potrebbero non recuperare il capitale iniziale. Le oscillazioni dei tassi di cambio possono provocare incrementi o decrementi del valore degli investimenti esteri.

I mercati emergenti sono generalmente soggetti a un maggiore rischio politico, giuridico, di controparte e operativo.

Informazioni importanti

Quelli riportati sono i pareri e i giudizi soggettivi di Schroders, che possono variare nel tempo. Il presente materiale ha mero scopo informativo e non ha in alcun modo finalità promozionali. Il materiale non costituisce un'offerta né una sollecitazione ad acquistare o a vendere strumenti finanziari. Le informazioni qui contenute non mirano a fornire e non sono da considerare una consulenza in ambito contabile, legale o fiscale, né una raccomandazione di investimento. Nel prendere decisioni di investimento e/o strategiche il lettore non deve fare affidamento sulle opinioni e sulle informazioni qui contenute. Tutti gli investimenti comportano dei rischi, compreso il rischio di perdita di capitale. Schroders ritiene attendibili le informazioni contenute nel presente documento, ma non ne garantisce la completezza o la precisione. Nel prendere decisioni di investimento e/o strategiche il lettore non deve fare affidamento sulle opinioni e sulle informazioni qui contenute. Alcune delle informazioni citate provengono da fonti esterne ritenute affidabili. Schroders non si assume alcuna responsabilità per dati non corretti forniti da terzi, che possono variare al variare delle condizioni di mercato. Restano comunque in essere i doveri e la responsabilità di Schroders nei confronti dei suoi clienti nei vari sistemi normativi. Regioni e settori sono citati a scopo esclusivamente illustrativo e i riferimenti non sono da intendersi come una sollecitazione all'acquisto o alla vendita. Le opinioni riportate in questo documento comprendono anche delle previsioni. Riteniamo che le nostre attese e opinioni si basino su presupposti ragionevoli nei limiti dei dati attualmente disponibili. Tuttavia, non possiamo garantire in alcun modo che tali previsioni o opinioni si riveleranno corrette. Giudizi e opinioni sono soggetti a modifiche.

1 Fonte: FMI, a fine dicembre 2017.
2 Fonte: Factset, MSCI, a fine dicembre 2017.
3 Fonte: Bank of America Merrill Lynch Global Research, dicembre 2016
4 MSCI AC World. Fonte: Factset, MSCI, a fine dicembre 2017
5 Bloomberg Barclays Global Aggregate. Fonte: FIA, a fine dicembre 2017 *Fonte: Schroders, al 30 giugno 2017

Contattaci

Schroders Italy SIM S.p.A.
Via della Spiga 30
20121 Milano
Mappa